Ossa di morto

Biscotti dal sicuro effetto scenografico, una volta che li mangerai ti conquisteranno per la loro croccantezza. Tre, unici e semplici ingredienti:

farina, acqua, zucchero,

tutto il resto è un miracolo della chimica che in cottura fa assumere a questi dolcetti un aspetto di ossa scomposte vero e proprio. Siciliana la loro origine, saranno nati in qualche convento senza meno (ma non so dirti quale), vengono preparati durante il periodo, appunto, della Commemorazione dei Defunti. La versione che vedi nella foto è senza aggiunta di cannella e chiodi di garofano ma la ricetta originale prevede queste due aromatizzazioni e quindi, li devo rifare per provarli con questi due profumi.

Andiamo a prepararli intanto

Ingredienti

  • 200 gr di farina
  • 200 gr di zucchero
  • 50 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaino di chiodi di garofano

Preparazione

  • versa l’acqua in un pentolino, aggiungi lo zucchero, metti su fuoco basso e mescola continuamente fino a che gli ingredienti si saranno amalgamati bene. L’acqua non deve bollire
  • metti la farina sulla spianatoia a fontana, versa il liquido al centro e impasta
  • impasta tutto velocemente perché sennò indurisce e non riesci più a stenderlo per tagliarlo
  • crea un filone di pasta e tagliala a cilindretti
  • metti i biscotti in una teglia da forno rivestita con carta forno
  • adesso lasciali risposare due giorni coperti da un tovagliolo o da uno strofinaccio
  • trascorsi i due giorni cuoci in forno preriscaldato a 160° per 15 minuti

Buon Appetito!