Cartolina da “Acqualagna. Il fazzoletto di terra dove Dio ha deciso di far nascere i diamanti della tavola più buoni al mondo! O forse è stato Zeus?!?”.

Si narra che nella lontana Mesopotamia, nelle fertili terre dell’Asia Minore, Sumeri e Babilonesi impiegassero in cucina il tartufo al quale veniva attribuita un origine divina. Per gli Antichi Greci nasceva dalla combinazione di terra, tuoni e di altri elementi ma, sopra a tutto questo, era Zeus con il suo fulmine divino a dare vita…

Continua a leggere

Cartolina da “Fermo e le sue meraviglie. Dall’epoca Romana a…eternamente bella”.

Sonnecchia Fermo alle 14:30 del caldo sabato pomeriggio di giugno in cui visito la città. In 34 anni di vita trascorsa al 100% nelle Marche e nei 5 anni di Ragioneria frequentati in questa città (di cui 2 proprio in un palazzo del centro storico) non ero mai stata a vedere le meraviglie di cui…

Continua a leggere

Casa Rossini, il Museo delle Officine Benelli, la rustita di pesce a Marotta, la stuzzicheria di mare in Ancona. 5 tappe dell’Itinerario di pAssaggio Pesaro-Ancona di Trenitalia e Slow Food.

Sole, belle giornate, il mare, l’occasione per conoscere meglio la mia regione, Le Marche, è capitata durante le vacanze di Pasqua. L’idea è arrivata da Trenitalia  e Slow Food e i loro Itinerari di pAssaggio , iniziativa promossa per la bella stagione 2019. Tra i 20 itinerari pensati, sparsi in 11 regioni italiane, con oltre 500 punti…

Continua a leggere

Cartolina da “Crespi d’Adda, nell’Italia della Rivoluzione Industriale di Fine ‘800”

Le avevo notate durante la visita in cui la bravissima guida ci ha raccontato con passione la storia del villaggio. Erano sedute nel giardino davanti casa, parlavano tra loro e leggevano l’Eco di Bergamo. Fermarmi a scambiare due parole con loro al termine del giro è stata la parte più sensazionale della giornata. La Signora…

Continua a leggere

Cartolina da “San Bernardino alle ossa. Tra soggezione e leggende milanesi della Notte dei Morti”

Me compresa, nei minuti trascorsi all’interno della Cappella dell’Ossario della Chiesa di San Bernardino alle Ossa, non credo ci sia un visitatore in grado di non rimanere a bocca aperta. Un signore (entrato poco dopo di me) ha, addirittura, timidamente accennato alla moglie un “menomale che ho già digerito la colazione di stamattina”! Forse davvero…

Continua a leggere

Cartolina da “Casola Valsenio, alla Festa dei Frutti e degli Animali dimenticati”

Giuggiole, melagrane, azzeruole, nespole, rosa canina, sorbe, mela cotogna, mela abbondanza, mela francesca, mela foiona, pera cotogna, pera mora di Faenza, pera broccolina, pera volpina, mela limoncello, mela commercio, mela gelata, pera briaca, mela rosa, pera ruggine, etc etc.

Continua a leggere

Cartolina da “Fico EatalyWorld con Cibo per la Mente per la Biotech Week”

Ammettiamolo, almeno una volta nella vita abbiamo pensato “basta, mi compro un pezzo di terra, mi ritiro in campagna…magari mi faccio un orticello…”. La mia ultima volta, ad esempio, in cui mi sono pronunciata in tal senso, è stata…

Continua a leggere

La Montina, Franciacorta, le bollicine che sanno farsi invidiare dallo champagne.

Appena 3.000 ettari di territorio, questa l’estensione che disegna la zona di produzione del Franciacorta. Luogo meraviglioso, ci si respira pace e operosità, è baciato da due caratteristiche che rendono le uve coltivate qui speciali e uniche. Una è il clima, reso mite dall’influenza dei due laghi confinanti (Iseo e Garda), la seconda è la…

Continua a leggere

Cartolina da “Abbazia di San Claudio in Chienti. La vera Aquisgrana, sarebbe questa.”

È stata la mia amica Ilaria a farmi scoprire questo luogo, me ne ha parlato quando ci siamo incontrate una sera a Montegiberto. Ero andata a cena lì per la Sagra della Cacciannanze, due passi dopo mangiato per le vie del paese, lei era seduta al bar in piazza con degli amici, assistevano ad uno spettacolo…

Continua a leggere

Cartolina da “Cerreto di Montegiorgio. Nel Medioevo più medievale che c’è!”

Pensavo di aver scoperto dell’esistenza di Cerreto il fine settimana del 24-25 marzo 2018. Ero nelle Marche, erano Le Giornate Fai di Primavera ed è stato leggendo dei luoghi aperti ai visitatori che questo paesino mi ha incuriosita. Non avevo la macchina, mi ripromisi quindi che ci avrei assolutamente fatto un salto appena avessi avuto disponibilità di…

Continua a leggere