Finocchi, porri e patate in umido al profumo di salvia

Le classiche, in realtà, patate e finocchi in umido, per me, sarebbero quelle che mia mamma è solita preparare aggiungendoci sempre una puntina di concentrato di pomodoro e le vengono strepitose. Stavolta ho pensato di farle in bianco e ci ho aggiunto della salvia. Adoro questa pianta aromatica, mi piace di lei sia il profumo che rilascia che il sapore, e mi piace così tanto che la mangerei con tutto. E sta bene con molte cose in effetti, dalla pasta alla carne, dal pesce ad una focaccia ed è buonissima persino pastellata e fritta. Usata fin dalla notte dei tempi oltre che in cucina anche in erboristeria e in cosmetica, ha molte proprietà benefiche. È antisettica, calmante, lenitiva e nell’antichità veniva considerata addirittura magica e la sua raccolta era affidata soltanto a pochi eletti. Una delle ricette con cui si sposa meglio in cucina e che non può prescindere dalla salvia sono gli involtini ma, essendo questa la prima ricetta che pubblico dopo le festività natalizie 19/20, ho preferito tenermi sul leggero e proporti un bel contorno, che fa sempre bene. Dunque…salvia alla mano e…

Ingredienti (per 2/3 persone)

  • 4 patate
  • 3 porri
  • 2 finocchi
  • 5/6 foglie di salvia
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • 1/2 bicchiere di acqua

Preparazione

  • non ho soffritto alcunché
  • ho soltanto mondato e lavato le verdure e ho tagliato, le patate a tocchetti, i finocchi a listine, i porri a rondelle
  • ho messo tutto insieme in una pentola capiente, ho aggiustato di sale, condito con dell’olio extravergine di oliva, mischiato il tutto, aggiunto sul fondo della pentola 1/2 bicchiere di acqua, aggiunto le foglioline di salvia, coperto il tutto con un coperchio, fatto andare su fuoco medio ma basso fino a cottura
  • come per molte altre verdure (secondo me) se le fai attaccare un pò alla pentola è meglio perché, arruscatiell sono più buone!

Buon Appetito!