Lingue di suocera al Shichimi

Chissà perché c’è, da sempre, questa leggenda che le suocere abbiano la lingua tagliente nei confronti dei mariti e/o delle mogli dei loro figli.

Mah! Non saprei…ahahahahah!

Ma si che lo sappiamo, credo che sia per un innato e del tutto naturale istinto di protezione che un genitore ha nei confronti della propria prole!

Eppure, ci va sempre di mezzo la suocera con questa storia delle lingue lunghe e piccanti piuttosto che il suocero, che invece, fa sempre la parte dell’angelo del focolare!

Lunghe e piccanti (e aggiungerei croccanti) come quelle di questa sfiziosità che ti propongo oggi a cui davvero non potrai resistere.

A Natale del 2021 torna dal Giappone la mia amica Sabina (che non vedevo da due anni) e con lei mi porta dei pacchettini di spezie giappnesi, sale al wasabi, sale al limone, wasabi e shichimi togarashi. Per la ricetta di oggi uso quest’ultima che è un mix di 7 spezie diverse. La principale è il peperoncino rosso chiamato appunto togarashi al quale si aggiungono, scorza di mandarino, semi di sesamo, semi di papavero, semi di canapa (o zenzero, o aglio tritato), alga nori tritata. Il risultato? Beh…assolutamente e irresistibilmente da provare.

NB: nella foto, le lingue di destra sono quelle al shichimi togarashi, quelle a sinistra sono semplici perché mia mamma non mangia piccante. Ho realizzato quindi due impasti diversi, da 150 gr di farina ciascuno, che ho cotto separatamente.

Ingredienti

  • 150 gr di farina 00
  • 75 gr di acqua
  • 40 gr di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiaini di shichimi
  • 1 cucchiaino di sale

Preparazione

  • versa gli ingredienti in un piatto fondo, farina, olio, acqua, spezie
  • impasta con una forchetta
  • quando l’impasto si sarà incordato passalo sulla spianatoia e impastalo
  • dividilo in 4 panetti che stenderai ciascuno, con l’aiuto del mattarello, formando una lingua lunga, non larghissima, sottile
  • cuoci le lingue (senza sovrapporle, quindi saranno necessarie più infornate) in forno preriscaldato a 180° per una decina di minuti (o comunque fino a che saranno abbrustolite e croccanti)

Buon Appetito!

Per farle semplici non aggiungere all’impasto il shichimi togarashi.