Ma che ne sa l’inglesi de lo rosbif (roast-beef) se no lo sa nemmeno coce…

…è la frase classica che diceva mio padre quando gli dicevo che il roast-beef, in realtà dovrebbe essere cucinato al forno e rimanere rosa all’interno. Babbo inorridiva solo all’idea, mi guardava con quella faccia (che sapeva fare bene e che ogni tanto gli copio!) e pronunciava un altro classico “per carità!!!”. La pensava così lui, come pure qualsiasi altro marchigiano che si rispetti, tanto è vero che, nell’ultimo viaggio fatto per scendere nelle Marche in treno, incontro casualmente Rossella (anche lei di origini petritolesi) e parlando di blog, ricette e blablabla, si arriva a parlare della ricetta del roast-beef alla marchigiana e mi racconta che suo padre Germano, i primi tempi che si trasferì a Milano, una sera uscì a cena, lesse sul menù roast-beef e lo ordinò, pensando fosse quello che la madre gli preparava nelle Marche. Gli arrivò quello all’inglese, rosa e poco cotto nel centro e pronunciò la mitica frase “no l’ha saputo coce”. Anche mia madre, spagnola ma di stanzia nelle Marche oramai da un bel pezzetto di tempo e quindi naturalizzata marchigiana, quello rosa nel centro non lo guarda nemmeno. Quindi, ricapitolando, il roast-beef alla marchigiana:

  • Non resta rosa nel mezzo perché “la carne dev’esse cotta vene (bene) sennò non se magna”
  • Non vede il forno nemmeno da lontano perché si cucina in pentola stile “arrosto morto” (anche qui un giorno esploreremo questo modo di dire)
  • Si scrive rosbif perché da noi “se parla come se magna”

Pentola e ingredienti alla mano e al via con questa ricetta che io amo e che è una delizia per il palato…

Ingredienti

  • un pezzo di roast-beef di manzo (con retina)
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 2 coste di sedano
  • olio extra vergine di oliva
  • sale

Preparazione

  • preparati una pentola capiente con il classico bordo alto, meglio se in terracotta perché regala ai cibi un sapore particolare
  • pulisci la cipolla e tagliala a pezzi
  • pela le carote e tagliale a rondelle
  • pulisci anche il sedano e taglialo a strisce (lava bene tutte le verdure ma questo non c’è bisogno che io te lo dica)
  • nella pentola versa dell’olio extra vergine di oliva (non lesinare…versa versa…sarà poi l’ingrediente che renderà la salsa finale più o meno cremosa)
  • adagia la carne sulla pentola
  • aggiungi le verdure tagliate disponendole tutte intorno alla carne
  • copri con un coperchio e metti su fuoco basso ma medio
  • fai andare il tutto fino a che la carne avrà ritirato tutta la sua acqua di cottura
  • quando avrà finito, aggiusta di sale, sfuma con del vino bianco, è questa la fase dell’insaporitura della carne
  • quando la carne sarà leggermente rosolata spegni il fuoco e togli la carne dalla pentola, mettendola su un piatto per farla raffreddare
  • nel frattempo metti le verdure nel frullatore, aggiungi a filo dell’olio extra vergine di oliva mentre frulli il tutto fino ad ottenere una crema omogenea
  • quando (dopo qualche ora) la carne sarà ben fredda e ferma tagliala a fettine sottili (più facile con un’affetratrice)
  • disponi le fette di carne su un piatto da portata, distribuendo sopra uniformemente la salsina di verdure preparata

Buon Appetito!

Annunci