Panini al sesamo

Che nella foto vedi farciti con la finocchiona, salume tipico toscano. L’origine dell’insaccato è tra Siena e Firenze, ma questo l’ho scoperto solo ora andando in Wikipedia…in realtà l’idea di usarla per i panini è data dalla frequentazione di un fantastico gruppo di “Livornesi a Milano”. Conosciuti tramite un amica di Livorno che già li conosceva, ho trovato gente con della sana voglia di vivere, simpatica, spumeggiante, vivacissima. Insomma decisamente mi sono entrati nel cuore, e mi hanno ispirata così….

Per il pane

Ingredienti:

  • 140 ml di acqua tiepida
  • 160 ml di latte tiepido
  • 500 gr di farina
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 2 cucchiai di semi di sesamo
  • 1 bustina di lievito di birra secco
  • 1 cucchiaino di zucchero

Preparazione

  • prima di tutto va attivato il lievito. Metti in un bicchiere un dito dell’acqua tiepida necessaria alla ricetta, versaci il contenuto della bustina di lievito, aggiuncici il cucchiaino di zucchero e lascia attivare il lievito, saranno necessari una decina di minuti
  • nel frattempo metti nella planetaria con frusta a gancio tutti gli altri ingredienti, la farina, il resto dell’acqua, il latte, l’olio, i semi di sesamo
  • quando il tempo necessario all’attivazione del lievito sarà passato aggiungi il lievito nella planetaria e comincia ad impastare a velocità media
  • quando avrai ottenuto un impasto liscio ed omogeneo, sposta tutto in una ciotola molto capiente, perchè l’impasto raddoppierà almeno del doppio del suo volume
  • copri la ciotola con della pellicola trasparente e lascia riposare e lievitare la massa per almento un paio di ore
  • preparati una teglia da forno con della carta forno stesa sopra
  • trascorso il tempo necessario sarà bellissimo vedere la massa lievitata e adesso è pronta per essere rilavorata. Reimpastala quindi, forma con lei delle palline che disporrai, ben distanziate l’una dall’altra, sulla teglia. La dimensione dei singoli panini decidila tu, considera però, che faranno una seconda lievitazione che li farà aumentare ancora del doppio circa.
  • ecco una volta che tutte le palline sono pronte coprile con un canovaccio e lasciale lievitare una seconda volta per circa un oretta e mezza
  • di nuovo sarà una soddisfazione vedere i panini ben lievitati e ora sono pronti per essere cotti, in forno preriscaldato a 200°. Quando saranno ben colorati saranno pronti per essere farciti e mangiati, caldi, fraganti, una bontà!

 

NB:

  • con la finocchiona io ho usato la variante del miele, millefiori, spalmato sul pane. L’accostamento è risultato molto piacevole, ma ovviamente farcisci i tuoi panini con quello che ti piace
  • io non ho aggiunto sale nell’impasto perchè il pane lo preferisco senza , ma se a te piace, aggiungi pure del sale nell’impasto
  • se durante la seconda lievitazione i panini si attaccano tra loro perchè magari nella teglia non avevi abbastanza posto per distanziarli, non importa, una volta cotti si staccheranno con facilità