Promemoria: prossima ricetta delle feste da fare…cannelloni…ovvio!

Per i miei Cucinanti questa ricetta è una vecchia conoscenza, l’avevo raccontata in questo articolo , appena la mia dolce Daniela mi diede la ricetta che per lei (originaria di San Leo da parte di padre) era una ricetta di famiglia. È stato poi un piacere condividerla con Matita e Forchetta in questo articolo che vede una nostra nuova collaborazione e che tu trovi linkando qui. Adoro le collaborazioni con questo web magazine in cui mi perdo a leggere i mille interessanti articoli. E a te piace? Secondo me si, mi stupirei se tu mi rispondessi il contrario!

Succulenti, buoni, ricchi nel gusto grazie alla sapiente combinazione degli ingredienti che li compongono e poi i profumi…! Del sugo, della carne in cottura, della gratinatura in forno, tutte le squisite fragranze delle varie fasi di realizzazione dei cannelloni che scaldano la casa.

Perché non c’è niente di più in grado di creare “ambiente familiare” in casa della preparazione di una buona ricetta della tradizione come questi fantastici cannelloni che Antonietta Vitali, di “La Cucina Vitali”, ci propone.

Conosciuti in tutta Italia, tante le varianti tra cui scegliere, a partire dalla possibilità di utilizzare sfoglia all’uovo o crêpes sottilissime, continuando con i tanti ripieni possibili carne, ricotta e spinaci, pesce, taleggio radicchio e funghi, zucca e porri e chi più ne ha più ne metta, per terminare con il condimento finale sugo semplice al pomodoro, ragù, besciamella….ummm…inevitabile avere già l’acquolina in bocca...e allora forza…che cannelloni siano! La ricetta che state per leggere è la versione più classica possibile, sfoglia all’uovo e ripieno di carne. 

 Preparazione 2 ore
 Cottura 45 minuti
 Tempo totale 2 ore 45 minuti
 Porzioni 12 cannelloni

Ingredienti

Per il sugo

  • 1 lt passata di pomodoro
  • 1/2 cipolla
  • 2 chiodi garofano (da infilzare nella cipolla)
  • 1 carota
  • q.b. olio di oliva extra vergine
  • q.b. sale

Per le lasagne

  • 250 gr sfoglia all’uovo sottile per lasagne

Per il ripieno

  • 450 gr spezzatino misto
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • q.b. olio di oliva extra vergine
  • q.b. sale
  • q.b. vino rosso
  • 50 gr prosciutto crudo dolce macinato
  • 50 gr mortadella macinata
  • 1 uovo
  • 50 gr parmigiano reggiano grattuggiato

Istruzioni

  1. In un tegame fate un leggero soffritto di olio, cipolla e carota, aggiungete la passata, aggiustate di sale e fate bollire per una 40 di minuti. Non fate un sugo tanto ristretto altrimenti seccherà durante la gratinatura in forno invece il compito di questo sugo è aiutare la sfoglia ad ammorbidirsi.

  2. In un altro tegame mettete lo spezzatino a cuocere con olio, cipolla, carota. Fate andare a fuoco basso fino a che l’acqua di cottura della carne si sarà ritirata, poi sfumate con il vino e aggiustate di sale.

  3. Quando la carne sarà fredda frullatela finemente, aggiungete l’uovo, il parmigiano, il prosciutto e la mortadella macinati e mischiate il tutto. 

  4. Prendete un velo di sfoglia, adagiatelo sul tagliereprendete un po’ di ripieno, appoggiatelo sul lato lungo del veloarrotolate il velo e appoggiatelo sulla teglia. Continuate così fino a terminare sia la sfoglia che l’impasto

  5. Attenzione a non sovrapporre i cannelloni sulla teglia, devono essere disposti vicini, ma in un unico piano. Non è una lasagna, sarebbe poi difficilissimo sporzionarli!

  6. Una volta preparati tutti, stendete abbondante sugo sopra, coprendo tutti i cannelloni, terminate con una bella spolverata di parmigiano reggiano. Mettete in forno preriscaldato a 190° per circa 45 minuti.

Note

  • Lo spezzatino dovrebbere essere misto di maiale, manzo, tacchino (non macinato ma spezzatino, è importante).
  • La scelta dello spezzatino invece che del macinato è dovuta al fatto che il primo, frullato dopo cotto, ha una compattezza migliore che rende l’impasto per la farcia quasi come una crema.
  • Non fate un sugo troppo ristretto, ma lento, sarà di migliore aiuto durante la fase di gratinatura in forno.
  • Fate assaggiare l’impasto della farcia ai vostri bambini e prevedete quindi una dose rinforzata nella preparazione, sarà difficile farli smettere dal continuare a mangiarne
Annunci